VELACCESSIBILE – Il Progetto di recupero dell’imbarcazione Rolling Black

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Alessandro ha detto:

    Leggo con piacere il progetto di recupero di una barca con la finalità di farla utilizzare a persone con disabilità. Sono invece esterefatto di ritrovare nuovamente accostata disabilità con questa imbarcazione che sin da quando è scesa in mare non mi ha mai dato l’impressione di essere adatta ad un uso per persone con disabilità. Basta guardarla per capire subito che si tratta di una barca poco stabile (molto poco direi…), troppo invelata e poco adatta ad un uso con persone con difficoltà di deambulazione.
    Sono veramente frastornato nel sapere che qualcuno la vuole recuperare. Sicuramente persone di buon cuore ma mal consigliate. Io personalmente desisterei da una qualsiasi attività mirata a portare persone disabili su quella barca. Un progetto sul quale mi piacerebbe sapere sino ad oggi quanti soldi son stati spesi, da chi, e quante ore di effettiva attività ha svolto la barca. Mi piacerebbe anche sapere i nomi di chi in fase di start up hanno deciso di acquistare una barca del genere per questo uso, e che ne è oggi di quelle persone.
    Mi spiace ma a meno di un miracolo quella è tutto tranne che una barca per usi speciali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.