Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.acquadimare.net/home/wp-content/plugins/nextgen-gallery/products/photocrati_nextgen/modules/third_party_compat/module.third_party_compat.php on line 148

Fuori dal “GHETTO”…. GIOGI Vola!!!

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. davide ha detto:

    BRAVI BRAVI BRAVI !!!!!
    State dando la dimostrazione che nello sport, in qualsiasi sport , i risultati si ottengono con dedizione, sacrificio e amore.
    Un bravo in più a Matteo , che oltre che lavorare per ottenere i massimi risultati ha costruito un team interamente spezzino, mettendo insieme tutti i pezzi migliori che il nostro golfo ha forgiato !
    Siete sicuramente il meglio che la vela spezzina ha dato nel concetto moderno che ha la vela .
    Andate avanti così per il vostro godimento e per tenere in alto l’ideale bandiera del nostro Golfo,
    Mi permetto di dissentire sulla frase del caro Attilio, non esistono ghetti e Giogi e i suoi ragazzi sono considerati in patria un vero punto di riferimento !
    Ciao Davide

  2. Matteo ha detto:

    Davide come sempre sei troppo buono e ovviamente di parte considerando la tua passione per la vela e il nostro golfo di cui in qualche modo siamo interpreti e con gioia portacolori(ovviamente non unici).l’amicizia evidentemente fa il resto!Unico mio merito l’aver messo insieme degli ottimi velisti (Massimo,Davide,Cristiano,cui aggiungere Elio)intorno ad un progetto ambizioso e certamente molto faticoso….Se poi riescono a sbarcarmi(ma mi difendo con le unghie e con i denti)sono da podio a livello internazionale!!!
    Per quanto riguarda il “ghetto”provocatoriamente utilizzato da Attilio una precisazione però consentimela:certamente la situazione che si sta delinenando con il comitato è un pò particolare.Si è deciso a tavolino prima di conoscere le iscrizioni di fare un solo gruppo,quello dei minialtura,in base ad un criterio che onestamente non condivido e secondo una suddivisione ipotetica prevista dall’uvai però non applicata per nessuna altra classe.(regata,crociera/regata,grancrociera).Ne si sono tenute in considerazione le suddivisioni sempre previste dall’UVAI per formare i gruppi.Come mai?Onestamente se non è un ghetto poco ci manca.
    Di più non si capisce cosa succede se non ci sono 5 imbarcazioni “minialtura”.Regatiamo con il gruppo superiore o dobbiamo stare a casa??ad oggi nessuno risponde o vuole rispondere anche se il comunicato n.3(onestamente molto poco corretto e che non tiene conto che dette imbarcazioni posseggono tutte un regolare certificato rilasciato dall’UVAI)fa chiaramente capire cosa si voprrebbe fare.Al di là del principio,che non condivido, questo può provocare anche dei danni e mi spiego meglio.Il nostro programma ci porta a misurarci quasi esclusivamente fuori dal Golfo.E’ molto impegnativo e necessariamente richiede l’appoggio di sponsor,che onestamente ci lasciano abbastanza liberi di scegliere a quali regate partecipare.Ma se qualcuno ci chiedesse esplicitamente per esempio di regatare alle “vele nel golfo”in concomitanza con la festa della marineria e condizionasse la propria sponsorizzazione a quell’evento cosa gli dobbiamo dire? Dobbiamo rischiare di veder compromesso un programma di questo tipo per le bizze di qualcuno cui piace vincere facile???